New book – “Passi”

Home/New book – “Passi”
New book – “Passi” 2017-07-06T23:35:48+00:00

Eccolo qui, un piccolo grande sogno che si è avverato:
“Passi. Versi di un incontro”
Casa editrice: Nulla Die
ISBN: 978 88 6915 107 1.

Una raccolta di 81 poesie e una lettera, che si leggono come un racconto. Il racconto di un incontro con se stessi, l’amore, il mondo, la vita.

Una piccola, alcuni dicono ormai media, casa editrice, Nulla Die (una delle loro pubblicazioni è già stata tra le finaliste del premio Strega), ha voluto credere in me e darmi questa opportunità.
Ed io ne sono molto felice!
Spero vorrete leggermi e spero di potervi regalare qualche emozione.

Il libro potete ordinarlo online:

– Sul sito della casa editrice:


(Aggiungete all’ordine “amico dell’autrice”, riceverete un altro libro omaggio, edito dalla stessa casa)

– su IBS.it:

– su Libro Co. italia:

– su tutti gli altri siti online se non ancora disponibile, lo sarà a breve.

“Passi. Versi di un incontro” è reperibile anche in tutte le librerie del territorio nazionale e all’estero. Anche se in molte non sarà ancora fisicamente presente, potete farlo ordinare.
Qualche volta nelle librerie di “catena” è possibile sentirsi rispondere che “il libro non è presente nel circuito della libreria”. Il libro è distribuito dalla Libroco di Firenze e, volendo, tutte le librerie possono ordinarlo.

Per chi è di San Benedetto del Tronto, il libro potete già acquistarlo presso la libreria “La Bibliofila”, Via Ugo Bassi 38.

Se doveste avere difficoltà a reperirlo, vi prego di farmelo sapere.

Sarò felicissima di tutti i vostri commenti e interazioni. Positive o negative non importa.
La condivisione, il dialogo, il confronto sono sempre e comunque una fonte di gioia e di crescita.

“Mi semino nell’anima un nuovo inizio. Raccoglierò albe lungo il cammino.”

Un abbraccio a tutti voi e buona lettura.

Maria Letizia Del Zompo

Ecco alcuni estratti del libro:

Amo la natura

Amo la natura

Amo la natura
come fosse lei l’unica che sappia veramente
ascoltarmi e accogliermi
l’unica che sappia asciugare le mie lacrime e
moltiplicare i miei sorrisi
l’unica che mi guardi amorevole e mi accarezzi
quando ho fame d’amore.
Amo la natura
come se fosse il mio stesso respiro e il mio
stesso battito
come potessi nutrirmi solo di lei
lei pane, acqua, sale e sostanza.
Amo la natura
come fosse lei l’unica che mi doni visioni e sogni
l’unica a seminarmi entusiasmi nei fianchi
e fiori nell’anima
l’unica a scrivermi dentro parole
a riempire gli spazi bianchi
a stracciare le mie oscurità.

Non è Dio che ringrazio ma Lei, Madre
che mi mise alla luce e mi accoglierà
nell’ultimo abbraccio.
Lei donna
spudoratamente bella
sfacciatamente generosa
cui devo tutto e renderò tutto.
Lei l’acqua
che precipita, la pietra che intaglia
il cielo che spettina, l’onda che insiste
l’ala che s’alza, il colore che sfrangia
il garrito che vibra, l’universo che freme.

Amo la natura perché non pensa ma sogna
perché non giudica ma accoglie
perché è e non appare.
Amo la natura
per tutto quello in cui è impari all’uomo.
Ma se io sono figlia della natura
e tu la sua immagine riflessa
se io e te siamo i suoi frutti
allora amo me e te per quello che siamo
oltre quello che crediamo d’essere.
Ciò che chiamiamo con orgoglio
l’essenza dell’essere umani
e pretendiamo ci differenzi dal resto
è in verità ciò che da sempre
la natura scrive con la sua bellezza.
La natura dona accoglie ascolta nutre.
Quando ci diciamo «umani»
non siamo altro che specchio della sua essenza
e quando ci spegneremo nel suo ultimo abbraccio
torneremo a essere semi dei suoi nuovi sogni
colori della sua futura follia.

Ci sono persone che vestono l’anima

Ci sono persone che vestono anima

Ci sono persone che vestono anima
trasudano dolore, tristezza, gioia, speranza
le vedi morire per un gesto ostile
e rinascere per un sorriso sincero.
Ci sono persone che traspirano
nostalgia, dolcezza
e l’ostinazione di resistere nonostante tutto.
Ci sono quelle persone che
quando le incontri
vorresti abbracciarle e dirle
quanto siano belle
quanto sia preziosa
la loro presenza.
Ci sono quelle persone che ti fanno dire
che vale la pena vivere
vale la pena farcela
vale la pena andare avanti
non solo per se stessi
ma perché il mondo
è cuore.

Sono come te

Sono come te

Prendimi per mano
sono tua sorella, tuo fratello
sono un cittadino senza terra
sono come te
la pioggia mi bagna
fuori stagione
le primavere ritardano
sbocciano improvvise
declinano brevi
le estati ardono
muovo passi
su sabbie roventi.

Prendimi per mano
sono come te
esiliato, straniero
in terra propria
nelle altrui terre
sono profugo
scappo da guerre
fuori e dentro
ho fame e sete
ho bisogno di qualcuno
che mi stringa forte
che mi scaldi
anche con le sue parole.

Prendimi per mano
perché tremo
come te
e quando guardo il cielo la notte
qualche volta
è solo il buio tra le luci lontane
che si racconta
e la luna è muta.

Prendimi per mano
sono in cammino
vicino a te.
Asciugherò le tue lacrime
con le mie labbra
e ci bagneremo l’anima
d’amore.

Ti scelgo e riscelgo

Ti scelgo e riscelgo

Ti scelgo e riscelgo
a ogni risveglio
ogni passo
ogni respiro
dopo ogni silenzio
attraverso ogni difficoltà
nonostante ogni timore.
Forse perché
siamo tessuti della stessa sostanza
intrisi della stessa nostalgia
nati dallo stesso dolore
bagnati dalla stessa luce
folli della stessa gioia.
L’amore non ha spiegazioni
ma risponde a tutto.

La speranza

La speranza

Ne ero certa.
Sarei annegata.
Troppo alte le onde
troppo piccola la nave
troppo lontana la costa
troppo spaventata la mente.
C’era un odore di fine
ed era estraniante il sollievo.
Finalmente smettere di lottare
di disperare
di soffrire.
Ma qualcosa dentro
si dimenava in agonia
e non riusciva a morire.
Era la speranza.
La speranza
è un dolore che non si arrende.

Leave A Comment